Sanità di Frontiera si impegna per la salute di tutti, perché il benessere dei migranti e quello delle comunità di accoglienza sono inscindibili

Siamo un’associazione senza scopo di lucro, apolitica e aconfessionale, che realizza interventi nel settore delle diseguaglianze, del benessere psicofisico, dell’inclusione sociale e del rispetto dei diritti umani in Italia e all’estero

Progetti

Realizziamo interventi di contrasto alle diseguaglianze, per il benessere psicofisico, l’inclusione sociale e il rispetto dei diritti umani in Italia e all’estero.

SCOPRI DI PIÙ

Formazione

Tramite la formazione operiamo per diffondere una cultura finalizzata al benessere di tutti, italiani e stranieri, con una particolare attenzione ai soggetti più vulnerabili.

SCOPRI DI PIÙ

Osservatorio

Effettuiamo ricerche e indagini tramite l’OIS, un programma guidato da un prestigioso Comitato Scientifico che fornisce l’indirizzo strategico all’intera organizzazione.

SCOPRI DI PIÙ

Le ultime novità dalla frontiera della salute

Cercasi volontari per Unità Mobile

Cercasi volontari per Unità Mobile

L’Unità Mobile Salute e Inclusione è un avamposto di salute, là dove la salute è una chimera per tanti. Per molte persone fragili, italiane o straniere, che vivono una silenziosa esclusione sociale, vedere un medico è spesso un sogno non osato. Noi ogni giorno siamo sul campo, con l’equipe composta da medici e mediatori interculturali, cerchiamo di orientare e dare un primo supporto a chi vive in strada.

leggi tutto
Emergenza Migranti: l’inerzia della politica. Ma una via di uscita ci sarebbe

Emergenza Migranti: l’inerzia della politica. Ma una via di uscita ci sarebbe

Arrivano ormai da più di dieci anni. Soprattutto via mare. Muoiono in tanti. Persone, non numeri. La migrazione è definita come un “problema”, ma in realtà potrebbe non esserlo. I partiti politici italiani hanno una via d’uscita per evitare che tutto ciò continui. E non è quella di continuare ad appellarsi all’Europa inutilmente, ma di decidersi a cambiare qualcosa cominciando dal nostro Paese per potersi sedere ai Tavoli europei molto più forti e incisivi. Leggi come

leggi tutto
#Regolarizzateli. Prosegue la battaglia

#Regolarizzateli. Prosegue la battaglia

Nonostante il forte ritardo con cui procede l’esame delle domande di emersione e la gravità della situazione che si è determinata, il Viminale, con una circolare diffusa il 21 aprile 2021, invece di favorire l’emersione delle oltre 200 mila persone che hanno avviato la procedura, crea nuovi ostacoli, penalizzando ancora una volta chi vuole emergere dall’invisibilità.

leggi tutto

Sanità di Frontiera

Piazza Farnese, 44
00186 - Roma
C.F. 97871340580

Contatti

(+39) 06 45508615
info@sanitadifrontiera.org

Iscriviti alla newsletter
Lavora con noi
Privacy Policy
Cookie Policy