Home > Cosa facciamo > Ricerca > Corriere della salute migrante

Il Corriere della Salute migrante di tutti

L’annuario di Sanità di Frontiera offre un’approfondita analisi su dati relativi al fenomeno della migrazione arricchita dal punto di vista di esperti del settore.

Immigrazione: quando i dati impongono una nuova narrazione.

La presenza delle persone migranti nel nostro paese è un limite o un’opportunità?
Lo stato di salute della nostra società è messo in discussione dagli immigrati?
La narrazione dominante secondo cui “siamo invasi, ci rubano il lavoro, hanno troppi privilegi”, rimanda un’immagine autentica dell’impatto che le migrazioni hanno sull’economia e sul welfare dell’Italia?

Su questo impianto di analisi, arricchito da interviste ad esperti, a studiosi, a medici e ad operatori, si sviluppa la pubblicazione del nostro magazine 2020 arricchito dagli scatti di Alessandro Montanari che durante tutto l’anno ha seguito il nostro lavoro dell’Unità Mobile.

Il fenomeno migratorio risulta essere un elemento strutturale nel sistema politico-economico. La popolazione straniera è aumentata negli ultimi 5 anni di 302.342 persone; mentre quella italiana è diminuita di 1.204.514.
Da questi semplici dati è già possibile smontare uno dei tanti luoghi comuni sul tema migratorio: “Siamo invasi” titolo del primo capitolo.

“Ci rubano il lavoro”, altra affermazione diffusa nella narrazione. Tenendo conto che quasi i due terzi degli occupati stranieri sono impiegati in mansioni operaie o manuali e solo 8 lavoratori stranieri su 100 ricoprono posizioni professionali qualificate, si potrebbe già dichiarare di essere in presenza di una distorsione della realtà.

Allora, forse, “Hanno troppi privilegi”? Se l’impatto dell’immigrazione in Italia rappresenta il 9,5% del PIL e gli immigrati apportano alle casse dello Stato una somma pari a 500 milioni di euro l’anno, si potrebbe affermare che anche in questo ambito non c’è molto spazio per la mistificazione della realtà a scopi puramente propagandistici.

L’ultima parte della ricerca, dedicata al tema della tratta delle donne, rimanda ad una riflessione sui diritti sociali, primo fra tutti il diritto alla salute. Ed è proprio questo il fil rouge della ricerca: la salute come diritto universale, senza frontiere, senza limiti, viene meno o è garantita anche ai più fragili?

Scarica l’edizione 2020

Compila il modulo sotto per ricevere la copia integrale del Corriere della Salute

    Informativa ai sensi dell’art. 13, Regolamento Europeo 679/2016 (c.d. “GDPR”)
    a. Titolare e modalità del trattamento dati
    I dati personali comunicati dall’interessato sono trattati da Sanità di Frontiera Onlus, Piazza Farnese, 44 - 00186 Roma – Titolare del trattamento – con modalità prevalentemente elettroniche e con strumenti di analisi anche statistica, in conformità alla normativa in materia di data protection (GDPR e Codice privacy D.lgs. 196/2003 e s.m.i.), nonché nel rispetto dei principi di trasparenza, liceità e correttezza.
    b. Dati cui si riferisce l’informativa
    I dati comunicati dall’interessato durante il rapporto con la nostra Organizzazione. I dati in questione sono: anagrafici e di contatto, informazioni di profilazione come descritto al par. c. (ii)
    c. Finalità e base giuridica del trattamento dati

    (i) Invio delle informazioni richieste
    Il trattamento è finalizzato a consentire al Titolare l’espletamento di tutte le fasi connesse all’invio delle informazioni richieste in merito all’iniziativa e/o al progetto per cui l’interessato ha manifestato il proprio interesse mediante compilazione dell’apposito form per ottenere maggiori dettagli. Il trattamento per questa finalità si basa sul rapporto instaurato tra il Titolare e l’interessato relativo all’invio delle suddette informazioni. Il conferimento di tutti i dati necessari è obbligatorio ed in mancanza sarà impossibile gestire le richieste dell’interessato. Le attività di contatto per tale finalità potranno avvenire mediante modalità sia tradizionali (posta cartacea e telefonate mediante operatore su numerazione fissa e mobile) sia via e-mail ed sms.

    (ii) Marketing e profilazione
    Sanità di Frontiera potrà trattare i dati forniti dall’interessato anche per inviare comunicazioni promozionali, informative e istituzionali sui propri progetti, attività e iniziative di raccolta fondi, sondaggi e ricerche nei confronti dei donatori e di tutte le persone che hanno manifestato interesse per le attività di Sanità di Frontiera, mediante azioni progettate in maniera personalizzata in base alle caratteristiche di comportamento, interessi e preferenze manifestati dall’interessato in occasione della sua partecipazione alle diverse iniziative del Titolare, in modo da evitare contatti non graditi (“marketing profilato”). Dalla strutturale ed inscindibile strumentalità della descritta profilazione ad ogni azione promozionale di Sanità di Frontiera discende la necessità di attribuire alle finalità di marketing e profilazione un’unica base giuridica: il trattamento per queste finalità si basa pertanto sul legittimo interesse di Sanità di Frontiera – ente non profit dedito a una missione benefica che finanzia mediante la raccolta fondi presso il pubblico interessato – a consolidare e mantenere costante il rapporto instaurato con chi mostra – aderendo a specifiche tipologie di iniziative promosse dal Titolare – di condividerne gli obiettivi, al fine di stimolarne il supporto.
    Le attività di contatto potranno avvenire mediante modalità sia tradizionali (posta cartacea e telefonate mediante operatore su numerazione fissa e mobile) sia via e-mail.
    d. Periodi di conservazione dei dati
    Tutti i dati trattati per le finalità sub c. (i) saranno conservati fino alla conclusione del rapporto instaurato e nei termini e limiti di cui alle norme applicabili, in particolare amministrative, civilistiche e fiscali.
    Per le finalità sub c. (ii) i dati (compresi quelli di profilazione) saranno conservati fino all’esercizio del diritto di opposizione da parte dell’interessato; in mancanza, essi saranno conservati fintanto che Sanità di Frontiera prosegue la propria missione con progetti, iniziative, azioni e attività che richiedono contributi economici o che spronano alla sensibilizzazione (es.: petizioni, adesioni a progetti di emergenza) coerenti con il profilo dell’interessato.
    Tutti i dati trattati da Sanità di Frontiera, a conclusione dei periodi di conservazione sopra definiti, saranno anonimizzati per uso statistico.
    e. Categorie di destinatari dei dati, e soggetti che possono avervi accesso in occasione del trattamento
    I dati saranno trattati anche dai responsabili esterni preposti a servizi connessi a quanto sopra (call center, fornitori di servizi di marketing) e inoltre i dati potranno essere comunicati a soggetti terzi per fini strumentali alla donazione (quali: l’istituto di emissione della carta di credito), che agiranno quali autonomi titolari del trattamento.
    Le persone fisiche autorizzate al trattamento per le finalità indicate sono gli addetti a gestire i rapporti con i donatori effettivi e potenziali, all’amministrazione, all’organizzazione di campagne di sensibilizzazione e attività istituzionali e statutarie, al call center, ai servizi Web, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati.
    Scrivendo all’indirizzo postale del Titolare o inviando un’e-mail a info@sanitadifrontiera.org, si può richiedere l’elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento.

    f. Diritti dell’interessato
    Ai sensi degli artt. 15-22, GDPR, scrivendo al titolare al suddetto indirizzo postale o all’e-mail info@sanitadifrontiera.org, si possono esercitare i diritti di accesso, consultazione, rettifica, di cancellazione e oblio, limitazione del trattamento dei dati e – se del caso – ottenerne la trasmissione ad altro titolare (portabilità dei dati), nonché opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.
    Inoltre, l’interessato ha il diritto di presentare reclamo al Garante per la Protezione dei Dati Personali per far valere i suoi diritti.
    Con particolare riferimento ai trattamenti per le finalità di marketing profilato descritte sub c. (ii), si precisa che l’interessato ha il diritto di opporsi in qualsiasi momento, gratuitamente e senza addurre alcuna motivazione, al trattamento dei suoi dati per tali finalità, e che potrà esercitare il diritto di opposizione anche separatamente per le attività di contatto tradizionali e per quelle automatizzate: qualora non sia precisato a quali modalità di contatto si riferisce, l’opposizione al trattamento dei dati per marketing profilato sarà intesa come estesa a tutti gli strumenti di contatto. Anche tale diritto potrà essere esercitato scrivendo all’indirizzo postale del Titolare o inviando un’e-mail a info@sanitadifrontiera.org

    g. Contatti
    Per l’esercizio di diritti e per richiedere l’elenco completo dei responsabili del trattamento e dei soggetti cui i dati possono essere comunicati e che li utilizzeranno per propri trattamenti sempre in connessione con le finalità indicate sub c., oltre che qualsiasi informazione relativa alla privacy policy del Titolare, scrivere:
    via e-mail a info@sanitadifrontiera.org
    via posta cartacea a: Sanità di Frontiera, Piazza Farnese, 44 - 00186 Roma.
    Per conoscere tutti i dettagli sulla nostra politica in materia di protezione dei dati personali, leggi la privacy policy sul sito https://www.sanitadifrontiera.org/privacy-policy/ .

    Archivio edizioni precedenti

    Sanità di Frontiera

    Piazza Farnese, 44
    00186 - Roma
    C.F. 97871340580

    Contatti

    (+39) 06 45508615
    info@sanitadifrontiera.org

    Iscriviti alla newsletter
    Lavora con noi
    Privacy Policy
    Cookie Policy