Home > Le ultime notizie > Nour: finalmente nelle sale e su Sky

Nour: finalmente nelle sale e su Sky

«È falso che i migranti portano in Italia e in Europa malattie. È una semplificazione con conseguenze di discriminazione e contraria al diritto universale alla salute. In Italia, purtroppo è difficile parlare di migrazione senza entrare nel terreno di scontro politico e ideologico. Bisogna educare alla tolleranza e fin da piccoli contrastare tutte le forme di razzismo, creando una cultura dell’inclusione. A livello politico, è necessario mettere in campo iniziative per migliorare l’accesso alle cure ai rifugiati e migranti. Serve anche una nuova cultura socio sanitaria, il personale sanitario deve essere adeguatamente formato a gestire emergenze di frontiera. Per questo motivo ho deciso di collaborare con Sanità di Frontiera ad un progetto di formazione professionale sul tema dei migranti».

È il messaggio di Pietro Bartolo lanciato in occasione del lancio del film Nour, ispirato alla sua attività di medico a Lampedusa in onda nelle sale cinematografiche il 10, 11 e 12 agosto e il 20 agosto su Sky.

Sergio Castellitto interpreta Pietro Bartolo, protagonista di questa storia emozionante che vede al centro Nour, una bambina siriana di dieci anni che affronta il viaggio per mare per ritrovare sua madre. Bartolo-Castellitto, medico dell’isola, se ne prende cura e, un passo dopo l’altro, cerca di ricostruire non solo il passato della bambina, ma anche il suo presente e un nuovo futuro.

Una storia vera e a lieto fine, tratta dal libro “Lacrime di sale”, che raccoglie ricordi ed esperienze di Bartolo che ha messo a disposizione il suo grande bagaglio professionale e umano dei colleghi nel nostro progetto di formazione “Salute e Migrazione” . La formazione professionale dei medici e dei professionisti sanitari è fondamentale per promuovere un nuovo umanesimo in medicina, basato sul dialogo e su un rapporto diverso tra medico e paziente in grado di ripensare alla sanità in una prospettiva globale senza confini».

Nour è una produzione Stemal Entertainment, Ipotesi Cinema in collaborazione con Rai Cinema, prodotto da Donatella Palermo, Elisabetta Olmi. Un film realizzato grazie al sostegno di Sanità di Frontiera e Consulcesi Onlus.  La regia è di Maurizio Zaccaro. Nel cast anche Raffaella Rea, Linda Mresy e Valeria D’Obici.

Sanità di Frontiera

Piazza Farnese, 44
00186 - Roma
C.F. 97871340580

Contatti

(+39) 06 45508615
info@sanitadifrontiera.org

Iscriviti alla newsletter
Lavora con noi
Privacy Policy
Cookie Policy