Home > Le ultime notizie > G20: Più impegno su diritti, sanità e ambiente. La lettera di Civil20 a Mario Draghi

G20: Più impegno su diritti, sanità e ambiente. La lettera di Civil20 a Mario Draghi

Il mondo che vogliamo non è quello dei forti che sono generosamente capaci di accogliere i più deboli, ma quello costruito condividendo le vulnerabilità e i talenti di tutte e di tutti. L’interdipendenza tra le persone, i popoli e il pianeta è altissima, e solo un percorso condiviso e fondato sul rispetto dei diritti umani, della parità di genere e dell’equità è in grado di assicurare davvero tutele e dignità per tutte e tutti”.

Questa è una parte della lettera che Civil 20 ha indirizzato al premier Mario Draghi, “affinché l’imminente Summit del G20 e la successiva COP26 siano occasione per mostrare la capacità di dar seguito a enunciazioni e buoni propositi con azioni concrete ed efficaci” su diritti, sanità e ambiente.

Anche Sanità di Frontiera fa parte delle oltre 560 organizzazioni e reti internazionali di oltre 100 paesi al mondo da cui è formata la rete della società civile internazionale che dialoga con i Governi del G20, Civil 20 appunto.

Abbiamo ribadito, nella lettera al premier, quelli che per noi sono i punti essenziali per contrastare la povertà, la malnutrizione, i cambiamenti climatici e le crescenti diseguaglianze, “Usando le tre priorità presentate dalla Presidenza italiana del G20: People, Planet, Prosperity, ma modificandole in People, Planet, Democracy, non ci può essere prosperità senza l’inclusione e la partecipazione di tutte e di tutti”.

Il testo integrale della lettera a Mario Draghi: clicca qui

Sanità di Frontiera

Piazza Farnese, 44
00186 - Roma
C.F. 97871340580

Contatti

(+39) 06 45508615
info@sanitadifrontiera.org

Iscriviti alla newsletter
Lavora con noi
Privacy Policy
Cookie Policy