Home > Le ultime notizie > Cercasi volontari per Unità Mobile

Cercasi volontari per Unità Mobile

L’Unità Mobile Salute e Inclusione è un avamposto di salute, là dove la salute è una chimera per tanti.

Per molte persone fragili, italiane o straniere, che vivono una silenziosa esclusione sociale, vedere un medico è spesso un sogno non osato. Chi non ha i documenti, chi è in attesa di rinnovo del permesso di soggiorno, chi è migrante in transito, o semplicemente non ha una residenza né un domicilio perché non può permetterselo, si trova spesso avviluppato in una rete burocratico-amministrativa che allontana dai servizi sanitari, dalle cure più basilari ed essenziali, anche se garantite dalla nostra Costituzione.

Noi ogni giorno siamo sul campo per raggiungere quelle persone che spesso non hanno nemmeno consapevolezza dei propri bisogni di salute. Grazie all’equipe composta da medici e mediatori interculturali, cerchiamo di orientare e dare un primo supporto a chi vive in strada, effettuando visite di base e indirizzando ai servizi tramite una solida rete di sostegno tra  pubblico e  privato-sociale, consolidatasi nel corso degli anni.

L’Unità Mobile vuole essere un ponte verso il Sistema Sanitario, ma anche uno stimolo per il servizio pubblico perché guardi con attenzione il disagio più nascosto ed elabori politiche, prassi e procedure sempre più inclusive. La nostra attività rappresenta il primo tassello per intercettare il bisogno di cura di chi, da solo, non avrebbe la forza di chiedere aiuto. Il primo passo per una presa in carico di chi rappresenta l’anello debole della società, in un equilibrio delicato e costante fra il sostegno e l’ empowerment, senza mai cadere nel mero assistenzialismo.

Il nostro lavoro sul campo è fatto di tanti aspetti: l’ascolto prima di tutto. Il tempo dedicato a ognuno è un dono prezioso per chi l’attenzione della società l’ha perduta, o non l’ha mai avuta. Occorre raccogliere informazioni, dati personali e sociali prima di arrivare a un’idea di massima di chi abbiamo di fronte, una persona portatrice di vulnerabilità particolari, di storie e vissuti a volte mai narrati. Spesso inenarrabili. Poi la visita di base da parte del medico che comprende  un’anamnesi attenta e accurata, e  che si conclude con una valutazione caso per caso ed un eventuale referral ai servizi.

Fuori dal camper spesso la fila è tanta. Le persone sono impazienti, e non sempre è facile gestire i numeri, le  esigenze e le diverse pressioni. Per questo abbiamo bisogno del vostro aiuto e cerchiamo volontari che possano darci una mano nel primo fondamentale approccio con l’utenza.

Non occorre essere medici, né esperti, ma avere una forte motivazione. Cerchiamo persone che possano dare la disponibilità a collaborare, una o più sere a settimana per 2 ore. Le mansioni specifiche verranno esplicitate in sede di colloquio conoscitivo.

Se siete interessati a partecipare a questo importante progetto potete lasciare la vostra disponibilità compilando questo form

Sanità di Frontiera

Piazza Farnese, 44
00186 - Roma
C.F. 97871340580

Contatti

(+39) 06 45508615
info@sanitadifrontiera.org

Iscriviti alla newsletter
Lavora con noi
Privacy Policy
Cookie Policy