Informativa sul trattamento dei dati ex art. 13 Regolamento UE 2016/679 (“GDPR”)

Titolare del trattamento

La informiamo che, ai sensi del Regolamento UE 679/2016 (infra: “Regolamento”), i suoi dati personali saranno trattati da Associazione Sanità di Frontiera Onlus, in qualità di Titolare del trattamento (“Titolare” o “SDF”). I recapiti del Titolare del trattamento sono: Associazione Sanità di Frontiera Onlus, Piazza Farnese, 44 – 00186 Roma; email: info@sanitadifrontiera.org.

Tipi di dati oggetto del trattamento

Il Titolare tratterà i Suoi dati personali, raccolti nell’ambito delle prestazioni richieste, tra cui rientrano, a titolo esemplificativo e non esaustivo, nome, cognome, numero di telefono mobile, indirizzo e-mail.

Finalità, base giuridica e facoltatività del trattamento

I Suoi dati personali saranno trattati per le seguenti finalità:

a) esecuzione delle prestazioni richieste;
b) assolvere eventuali obblighi di legge.

Le basi giuridiche del trattamento per la finalità a) e b) sono rispettivamente gli artt. 6.1.b) e 6.1.c) del Regolamento. Il conferimento dei Suoi dati personali per le finalità a) e b) sopra indicate è facoltativo, ma in difetto non sarà possibile dare esecuzione alle prestazioni richieste.

I Suoi dati personali saranno trattati, inoltre, dietro Suo specifico consenso, per le seguenti finalità:

c) inviare comunicazioni promozionali e di marketing relative a corsi di formazione e/o altre iniziative connesse all’attività di SDF o di suoi partners commerciali, incluso l’invio di newsletter e ricerche di mercato, attraverso strumenti automatizzati (sms, mms, email, notifiche push, fax, sistema di chiamata automatizzati senza operatore, utilizzo dei social network) e strumenti tradizionali (posta cartacea, telefono con operatore).

d) comunicazione dei suoi dati personali a società con le quali il Titolare abbia stipulato accordi commerciali e/o convenzioni, appartenenti alle seguenti categorie: professionisti, società o enti di comunicazione e marketing; professionisti, società o enti operanti in ambito legale, tributario/fiscale, finanziario, contabile/amministrativo, assicurativo, formativo, informatico/tecnologico; professionisti, società o enti operanti in ambito socio-umanitario; professionisti, società o enti operanti in ambito immobiliare e in ambiti correlati; professionisti, società o enti operanti nel settore delle produzioni televisive e cinematografiche; professionisti,  società o enti del settore sanitario, medicale/farmaceutico e fornitori di servizi per la persona e per il tempo libero, per loro finalità di marketing diretto, attraverso strumenti automatizzati o strumenti tradizionali.

Qualora Lei desiderasse opporsi al trattamento dei suoi dati per le finalità di marketing eseguito con i mezzi qui indicati, nonché revocare il consenso prestato, potrà in qualunque momento farlo contattando il Titolare ai recapiti indicati in questa informativa, senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca.

e) svolgimento di indagini statistico-scientifiche del Titolare relative al mondo medico-sanitario ed al benessere dei cittadini.

f) svolgimento di attività di profilazione volte a migliorare la qualità dei servizi erogati e l’adeguatezza delle comunicazioni commerciali alle Sue preferenze.

La base giuridica del trattamento per le finalità c), d), e) ed f) è l’art. 6.1.a) del Regolamento.

Il conferimento dei Suoi dati personali per le finalità di cui alle lettere c), d), e) ed f) sopra indicate è facoltativo; non è prevista alcuna conseguenza in caso di un Suo rifiuto.

Destinatari e trasferimento dei dati personali

I Suoi dati personali potranno essere condivisi con:

  • persone fisiche autorizzate dal Titolare al trattamento di dati personali ex art. 29 del Regolamento in ragione dell’espletamento delle loro mansioni lavorative (es. dipendenti e amministratori di sistema ecc.);
  • fornitori di servizi (come avvocati, commercialisti, consulenti, istituti di credito ecc..) i quali agiscono tipicamente in qualità di responsabili del trattamento ex art. 28 del Regolamento o di autonomi Titolari;
  • soggetti, enti o autorità a cui sia obbligatorio comunicare i suoi dati personali in forza di disposizioni di legge o di ordini delle autorità;
  • previo Suo consenso, partner con i quali il Titolare abbia stipulato accordi commerciali e/o convenzioni, appartenenti alle seguenti categorie: professionisti, società o enti di comunicazione e marketing; professionisti, società o enti operanti in ambito legale, tributario/fiscale, finanziario, contabile/amministrativo, assicurativo, formativo, informatico/tecnologico; professionisti, società o enti operanti in ambito socio-umanitario; professionisti, società o enti operanti in ambito immobiliare e in ambiti correlati; professionisti, società o enti operanti nel settore delle produzioni televisive e cinematografiche; professionisti,  società o enti del settore sanitario, medicale/farmaceutico e fornitori di servizi per la persona e per il tempo libero, per loro finalità di marketing e comunicazione promozionale.

L’elenco completo ed aggiornato dei destinatari dei dati potrà essere richiesto al Titolare, ai recapiti sopra indicati.

Trasferimento dei dati extra UE

Per quanto concerne l’eventuale trasferimento dei Dati verso Paesi Terzi, il Titolare rende noto che il trattamento avverrà secondo una delle modalità consentite dalla legge vigente, quali ad esempio il consenso dell’interessato, l’adozione di Clausole Standard approvate dalla Commissione Europea, la selezione di soggetti aderenti a programmi internazionali per la libera circolazione dei dati od operanti in Paesi considerati sicuri dalla Commissione Europea. È possibile avere maggiori informazioni, su richiesta, presso il Titolare ai contatti sopraindicati.

Conservazione dei dati personali

I suoi Dati Personali saranno conservati solo per il tempo necessario ai fini per cui sono raccolti, rispettando il principio di minimizzazione di cui all’articolo 5, comma 1, lettera c) del Regolamento. In ogni caso, i Suoi dati personali saranno conservati per il tempo necessario per l’esecuzione delle prestazioni richieste. È fatto salvo in ogni caso l’ulteriore conservazione prevista dalla normativa applicabile. Maggiori informazioni sono disponibili presso il Titolare.

Modalità di trattamento dei dati

In relazione alle indicate finalità, il trattamento dei dati personali avviene mediante strumenti manuali, informatici e telematici con logiche strettamente correlate alle finalità stesse e, comunque, con modalità tali da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi, oltre al rispetto degli specifici obblighi sanciti dalla legge.

I Suoi diritti privacy

Lei ha il diritto di chiedere al Titolare, in qualunque momento, l’accesso ai suoi dati personali, la rettifica o la cancellazione degli stessi o di opporsi al loro trattamento, ha diritto di richiedere la limitazione del trattamento nei casi previsti dall’art. 18 del Regolamento, di revocare il consenso prestato ex art. 7 del Regolamento in qualsiasi momento; di ottenere in un formato strutturato, di uso comune e leggibile da dispositivo automatico i dati che la riguardano, nei casi previsti dall’art. 20 del Regolamento; nonché di proporre reclamo all’autorità di controllo competente (Garante per la Protezione dei Dati Personali) ex articolo 77 del Regolamento, qualora ritenga che il trattamento dei suoi dati sia contrario alla normativa in vigore. Lei può formulare una richiesta di opposizione al trattamento dei Suoi dati ex articolo 21 del Regolamento nella quale dare evidenza delle ragioni che giustifichino l’opposizione: il Titolare si riserva di valutare la Sua istanza, che non verrebbe accettata in caso di esistenza di motivi legittimi cogenti per procedere al trattamento che prevalgano sui Suoi interessi, diritti e libertà.

Le richieste vanno rivolte per iscritto al Titolare ovvero al DPO ai recapiti sopraindicati.

Home > Informativa clienti

Informativa clienti

Lo sgombero del presidio umanitario di Piazzale Spadolini, promosso il 14 luglio dalla delegata alle periferie del Comune di Roma Federica Angeli e messo in atto da Comune, Questura, Prefettura, Municipio, Grandi Stazioni, Rete Ferroviaria italiana e BNL, è stato, in continuità con gli innumerevoli sgomberi degli ultimi anni, un’ennesima operazione priva di efficacia e incapace di affrontare un fenomeno sociale complesso.

Nessuna soluzione alternativa è stata infatti immaginata per le persone che trovavano riparo in quel luogo, in molti casi soggetti estremamente vulnerabili.

La stretta collaborazione tra le diverse associazioni che da diversi anni operano presso il presidio, ha consentito di intercettare molte persone fragili (minori non accompagnati, donne sole, persone con problemi di salute), migranti recentemente sbarcati sulle nostre coste e in transito verso altri paesi europei, migranti stabilmente presenti in Italia ma esclusi dal circuito dell'accoglienza cittadina del Comune di Roma, richiedenti asilo e rifugiati che non hanno una dimora.

A Piazzale Spadolini queste persone hanno trovato cibo, acqua e vestiario, un primo approdo di accoglienza, assistenza, legale e
sanitaria, supporto psicologico. Ogni giorno arrivano a Piazzale Spadolini in media 20 persone e la media di presenze giornaliere è di circa 100 -120 persone.

Le continue segnalazioni alla Sala Operativa Sociale e all'Ufficio Immigrazione del Comune di Roma da parte della rete associativa, per chiedere che vengano accolte le persone vulnerabili, hanno trovato difficilmente risposta e non poteva essere
altrimenti visto il continuo e progressivo depotenziamento del circuito cittadino dell’accoglienza.

Anche in questa occasione la situazione non è stata diversa: le persone allontanate da Piazzale Spadolini sono state letteralmente sostituite da fioriere, in un ipocrita intervento di riqualificazione urbana che lascia senza alternative dignitose degli esseri umani.

Questa ennesima operazione conferma la mancanza di una visione lucida e lungimirante del grave fenomeno dell'esclusione sociale a Roma, della capacità di pianificazione di interventi sociali graduali ma incisivi e della volontà politica di fornire delle risposte. In varie occasioni le associazioni scriventi hanno affermato che le operazioni di sgombero, come quella del 14 luglio, non risolvono in alcun modo il fenomeno della marginalità sociale a Roma, ma hanno solo l’effetto di spostare di pochi metri le persone, che saranno costrette a cercare riparo in altri luoghi ancor più isolati e irraggiungibili.

Si tratta ancora una volta di una manifestazione di irresponsabilità a cui va tempestivamente posto rimedio.

Sanità di Frontiera
Baobab Experience
Medu - Medici per i Diritti Umani
Intersos

Sanità di Frontiera

Piazza Farnese, 44
00186 - Roma
C.F. 97871340580

Contatti

(+39) 06 45508615
info@sanitadifrontiera.org

Iscriviti alla newsletter
Lavora con noi
Privacy Policy
Cookie Policy