SIMM Roma – novembre 2019

Roma

}

28 - 29 novembre

Il corso di Sanità di Frontiera “Salute e Migrazione: curare e prendersi cura” è solitamente indirizzato a operatori sanitari e medici rappresentanti delle diverse specializzazioni, uniti dall’impegno condiviso di dare sostegno ai migranti che vivono o transitano in Italia, nella convinzione che il benessere dei migranti e quello della comunità ospitante siano inscindibili.

La prima edizione è stata realizzata nel 2016 a Lampedusa con Pietro Bartolo, e da allora l’alto numero di richieste di partecipazione a fronte dei soli 40 posti disponibili, e la soddisfazione manifestata da partecipanti e docenti – testimonianza questa di come il corso abbia intercettato un bisogno largamente diffuso – hanno indotto Sanità di Frontiera a proseguire in maniera costante con l’offerta di formazione che rappresenta oggi una delle attività cardine dell’Associazione.

Programma Corso

In occasione della collaborazione con la Società Italiana di Medicina delle Migrazioni (SIMM) presentiamo un’edizione speciale del corso, di due giornate, dedicata in particolare alla medicina generale e alla pediatria avamposto naturale dell’assistenza sanitaria e, prima ancora e più in generale, del bisogno di cura della popolazione.

Il presente corso intende offrire informazioni puntuali, condividere conoscenze  e proporre modalità  operative  che consentano di approcciarsi in modo più consapevole al paziente straniero.

Verrà inquadrato il fenomeno migratorio nel suo insieme con un’apertura sulle attuali dinamiche migratorie in Europa e sulla composizione dell’immigrazione italiana, per poi concentrarsi sugli aspetti più strettamente legati alla salute e alla cura dei migranti: sia quella fisica, che quella mentale, troppo spesso trascurata e tuttavia di cruciale importanza per persone talvolta vittime di traumi e ferite “invisibili”.

Tutto nell’ottica di un approccio di ascolto attivo della persona e dei suoi bisogni, nella convinzione che porsi con uno sguardo informato e più aperto di fronte al paziente straniero costituisca al contempo un bene per quest’ultimo, un valido supporto per i medici nello  svolgimento della loro professione “in prima linea” e, più in generale, un bene per tutti, dal momento che il benessere dei migranti e quello della comunità di accoglienza sono inscindibili.

Le giornate prevedranno diversi momenti di interazione e scambio tra partecipanti e docenti al fine di garantire uno spazio di condivisione e approfondimento sui temi trattati.

Il numero massimo di partecipanti è 40.

Per confermare la partecipazione al corso si richiede una caparra di 50€ che sarà restituita in contanti il primo giorno di corso.

Scarica il programma del corso >>

Modalità di partecipazione:
Per partecipare al corso è necessario fornire le seguenti informazioni:
Nome, cognome, data di nascita. Specializzazione. Luogo di residenza. Luogo e struttura in cui viene svolta l’attività professionale.
L’indicazione che si presti o meno attività di assistenza e/o di volontariato in favore dei migranti, e, in caso affermativo, in quale contesto e modalità.

La richiesta di iscrizione può essere inoltrata in due modalità:
Compilando il form in calce, avendo cura di inserire tutte le informazioni sopra indicate
oppure
Inviando una mail alla Segreteria Organizzativa dell’evento formazione@sanitadifrontiera.org inserendo anche in questo caso le informazioni richieste.

L’iscrizione sarà formalizzata con una comunicazione, a cura della Segreteria Organizzativa, solo a coloro che saranno selezionati.
Nell’occasione saranno fornite tutte le informazioni utili alla partecipazione.

Sanità di Frontiera

Piazza Farnese, 44
00186 - Roma
C.F. 97871340580

Contatti

(+39) 06 45508615
info@sanitadifrontiera.org

Iscriviti alla newsletter
Lavora con noi
Privacy Policy
Cookie Policy